Da Homo Sapiens a Homo Felix - laboratorio con Armando Punzo

immagine dello spettacolo
Sab, 15/02/2020 (Tutto il giorno)
Dom, 16/02/2020 (Tutto il giorno)

direzione del laboratorio: Armando Punzo
con la collaborazione di: Andrea Salvadori (drammaturgia musicale)

Date e orari: 15 e 16 febbraio 2020, dalle 10.00 alle 19.00 (orari indicativi)
Luogo: Teatro Sociale di Bellinzona, piazza Governo 11, 6500 Bellinzona (Svizzera)
Quota di iscrizione: Fr. 100.- o € 90.- (incluso il biglietto per lo spettacolo “Il Figlio della Tempesta” del 14 febbraio 2020 al Teatro Sociale Bellinzona)

Modalità di iscrizione: scrivere una mail a scuola@teatrosociale.ch indicando nome, cognome, indirizzo postale, numero di telefono (casa e cellulare) e allegando il proprio curriculum
Domande d’iscrizione incomplete non saranno tenute in considerazione
Termine di iscrizione: 15 gennaio 2020

Fanno stato le condizioni di iscrizione e di partecipazione indicate nel bando completo che si può scaricare da questa pagina (a destra sotto le foto)

Inoltre al Sociale

13 febbraio
"Anime Salve"

14 febbraio
"Il figlio della tempesta"

Armando Punzo ha fondato 30 anni fa la Compagnia della Fortezza nel carcere di Volterra e da allora la dirige. Il 15 e 16 febbraio 2020 terrà un laboratorio presso il Teatro Sociale Bellinzona. Ecco come lo stesso Punzo presenta il suo laboratorio:

Quando nel 2016, durante la scena finale di “Dopo la Tempesta”, Lui e Il Bambino si sono presi per mano e hanno voltato le spalle al mondo di Shakespeare, a quell’affresco di intrighi e trame che volevano tradire e disconoscere come fondamento della loro esistenza, gli spettatori non sono rimasti da soli a contemplare le macerie. Abbiamo immaginato che li abbiano seguiti in quel viaggio di allontanamento da sé, che abbiano attraversato insieme la prima valle, quella della ricerca, e che abbiano incontrato anche loro Funes, l’Uomo grigio, l’Antiquario e tutte le altre meravigliose figure che popolavano il lago di Beatitudo. Dove vanno ora Lui e Il Bambino? La domanda che ci ha tormentato per due anni, prima dell’approdo a Borges, ritorna ora più faticosa che mai. In questo momento non abbiamo alcuna idea del luogo verso cui stiamo viaggiando, del popolo che incontreremo nella prossima valle. Una sola cosa è certa, che l’approdo che cerchiamo non è né in cielo né in terra, né in un dio, né in un altrove esotico, ma tutto in noi, solo in noi, nella nostra natura, anzi nelle nostre infinite naturae. C’è un mondo intero di qualità che cercano di emergere dal pozzo in cui le abbiamo relegate: Armonia, Letizia, Stupore, Innocenza. Sono le naturae che cerchiamo, ed è intorno a questa ricerca che si svolgerà il laboratorio, per condividere con i partecipanti un viaggio ancora in atto, vero, necessario, che detterà ritmi e forme del lavoro, secondo il modello emerso da oltre trent’anni di teatro con gli attori della Compagnia della Fortezza.
Armando Punzo