IL GIARDINO DEI CILIEGI

Il giardino dei ciliegi
Giov, 19/03/2020 - 20:45
Ven, 20/03/2020 - 20:45
Con il sostegno di: 

Raiffeisen

di Anton Pavlovič Čechov
con Arianna Aloi, Andrea Bartolomeo, Leonardo Capuano, Marta Cortellazzo Wiel, Massimiliano Donato, Chiara Michelini, Felice Montervino, Fabio Monti, Massimiliano Poli, Valentina Sperlì, Bruno Stori e Petra Valentini
regia Alessandro Serra
produzione Sardegna Teatro - Accademia Perduta Romagna Teatri - Teatro Stabile del Veneto – TPE Teatro Piemonte Europa - Printemps des Comédiens (Montpellier) in collaborazione con Compagnia Teatropersona e Triennale Teatro dell'Arte di Milano
internet www.sardegnateatro.it

19 marzo, ore 20.00 introduzione allo spettacolo

Prezzi: tariffa A
Acquista i biglietti per il 19 marzo
Acquista i biglietti per il 20 marzo

Alessandro Serra, regista visionario che si sta affermando a livello internazionale, è ben noto al pubblico di Bellinzona, che ne ha applaudito il magnifico “Macbettu” a Territori 17 e, la scorsa stagione, “Il costruttore Solness”. La cifra stilistica di Serra è inconfondibile, fatta com’è di materiali essenziali, suggestivi paesaggi sonori e ambienti dalle mille sfumature di grigio. Ora si approccia a “Il giardino dei ciliegi” di Cechov andando alla ricerca del “timbro riconoscibile” di un grande classico del teatro. Il testo si muove con il ritmo di un valzerino allegro la cui partitura è iscritta nelle singole azioni e nel suono delle parole. La trama è incentrata sul ritorno da Parigi di una famiglia aristocratica andata in bancarotta. Nel testo non vi è alcun tono elegiaco, perché tutto è in quello che dicono e agiscono i personaggi. Il sentimento che attraversa l’opera non ha a che fare con il rimpianto, ma chiama in causa il bambino che siamo stati. La vendita del giardino, che incombe come una scure sui protagonisti, provoca in loro un senso di dolore sconosciuto. Una strana sensazione che non ha nome e che solo guardando davvero negli occhi quel bambino ora adulto potrebbe placarsi.