RICCARDO 3

immagine dello spettacolo
Giov, 16/01/2020 - 20:45
Ven, 17/01/2020 - 20:45
Con il sostegno di: 

Raiffeisen

di Francesco Niccolini
molto liberamente ispirato al "Riccardo III" di William Shakespeare e ai crimini di Jean-Claude Romand
con Enzo Vetrano, Stefano Randisi e Giovanni Moschella
regia Enzo Vetrano e Stefano Randisi
produzione Arca Azzurra Produzioni in collaborazione con Le Tre Corde - Compagnia Vetrano Randisi
internet www.emiliaromagnateatro.com | www.diablogues.it

Prezzi: tariffa A
Acquista i biglietti per il 16 gennaio
Acquista i biglietti per il 17 gennaio

16 gennaio dopo lo spettacolo incontro con la compagnia
17 gennaio, ore 20.00 introduzione allo spettacolo

Il testo rilegge in chiave contemporanea il “Riccardo III” di Shakespeare, oggi demone recluso e indomito, sottratto al medioevo inglese per diventare abitante del presente, dando vita a una messa in scena che non è una variazione sul tema ma qualcosa di meno rassicurante. L’ambientazione non è quella di un sala da palazzo reale. Forse ci troviamo all’interno di un ospedale psichiatrico o un manicomio criminale e forse stiamo per assistere a una terapia sperimentale che porterà un paziente ad affrontare gli orrori di cui si è macchiato. O forse siamo proprio dentro la sua mente abitata da incubi e fantasmi. Uno spazio algido dove tutto è fatto della stessa sostanza degli incubi: le vecchie foto, le incisioni sbiadite e le apparizioni, in cui i “forse” sono più delle certezze e governano la messa in scena, gli scambi di ruoli, le ambiguità dei personaggi. Coppia di attori-registi, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, insieme dal 1976, sono da sempre una delle realtà più innovative e acute del teatro italiano. Il loro splendido “Riccardo 3” ne è l’ennesima prova.