Sciù Sciù - Broken Becomes Beautiful

Sciù Sciù - Broken Becomes Beautiful
Giov, 03/02/2022 - 20:45
Con il sostegno di: 

 

di e con Carla Valente
regia Carla Valente e Simon Waldvogel
movimenti Aurelio Di Virgilio
disegno luci Stefano Colonna
musiche originali Ivano Pecorini
collaborazione artistica Anahì Traversi e Camilla Parini
produzione Collettivo Treppenwitz, 2020
internet www.collettivotreppenwitz.com

Prezzi: tariffa C
Acquista i biglietti

Come ci si sente nel proprio corpo? Quanto conta lo sguardo degli altri per definire noi stessi? “Sciù Sciù - Broken Becomes Beautiful” è un’esplorazione nelle crepe della vita e un elogio alla vulnerabilità. Una videocamera in scena e immagini proiettate in tempo reale permettono di analizzare i dettagli del corpo e degli oggetti. Dice l’autrice e interprete Carla Valente: «Sciù Sciù è il nome con cui da bambina mi chiamava mia nonna. Sono nata con una malformazione alla mano nota come oligodattilia. La causa più plausibile è la dismissione nel 1982 della centrale nucleare del Garigliano, a circa trenta chilometri da Gaeta, città in cui sono nata. Nella regione vi è un alto tasso di tumori, leucemie e malformazioni probabilmente causate dallo smantellamento della centrale. Ogni cosa è stata contaminata: i pozzi, le acque sotterranee, il mare del Golfo di Gaeta. Una Chernobyl italiana di cui pochi sono a conoscenza, un mostro che genera malattia e sofferenza».